04
May

1,240
Principi e valori della Scuola di Process Counseling

Principi e valori della Scuola di Process Counseling

Scuola di Process Counseling, qual è il metodo di lavoro che viene applicato all’interno di questa scuola?

All’interno della nostra scuola la parte fondante è rappresentata dal lavoro su se stessi. La scuola supporta la persona a riconoscere le proprie risorse con un metodo fortemente esperienziale, dove si lavora per sperimentare concretamente ciò che si dice da un punto di vista teorico. L’obiettivo è quello di scoprire le proprie risorse interne e raggiungere una maggiore autoefficacia,  per costruire un progetto di vita, un progetto professionale che riesca a far emergere il proprio talento.
La scuola parte da due modelli epistemologici di riferimento: l’approccio centrato sulla persona di Carl Rogers 6 e il process work di autori come Arnold Mindell 7. Un’altra direzione significativa del counseling di processo è data dagli studi sull’empowerment all’interno delle organizzazioni.
La nostra scuola, che opera da più di dieci anni sul mercato, continua a fare ricerca e a fondare i suoi risultati scientifici sul lavoro portato avanti con organizzazioni nazionali e internazionali. A partire da questo approccio siamo riusciti ad aiutare molte persone a sviluppare diverse professioni legate al mondo della relazione d’aiuto e dell’apprendimento: counseling, coaching, formazione e consulenza. Lavorare sul counseling di processo prima di tutto diventa uno stile di vita.

Chi sono i trainer della scuola?

Sono professionisti che mettono a disposizione competenze acquisite a livello nazionale ed internazionale in contesti complessi quali quelli aziendali, socio-sanitari e delle PA, persone che hanno sperimentato su di sè il counseling per molti anni prima di aver avuto accesso all’insegnamento e che riconoscono l’importanza di continuare a lavorare su di sè, condividendo quelle che sono le esperienze acquisite. Sono persone che hanno voglia di mettersi in gioco e soprattutto hanno voglia di condividere il processo di counseling.
I trainer non si limitano ad insegnare principi e tecniche ma permettono al gruppo di lavoro di entrare nel vivo del counseling, applicando metodologie interattive che consentono di comprendere il processo non solo a livello cognitivo, ma soprattutto di sperimentare ciò che si è appreso, in un ambiente protetto, quale quello dell’aula. I trainer, applicando l’ascolto empatico, sono in grado di valorizzare quello che può accadere all’interno di un team permettendo così un lavoro dinamico e di costante feedback.

Una giornata di lezione alla scuola SPC come si svolge? Che cosa succede in un’aula?

All’inizio della sessione il trainer chiarisce il contesto della giornata formativa, qual è l’obiettivo da raggiungere, ma è anche a disposizione del gruppo di lavoro nel caso emergano delle necessità ulteriori di approfondimento o di elaborazione. La logica è quella di valorizzare sempre le risorse del gruppo, di coinvolgerlo all’interno della sperimentazione didattica e di costruire insieme la giornata di lavoro. L’attività formativa si sviluppa attraverso role-playing, casi di studio e si ricreano situazioni concrete in cui si utilizza la tecnica studiata. La giornata si chiude sempre con un debriefing: si riassume ciò su cui si è lavorato, le competenze acquisite e come applicarle nella quotidianità professionale e privata.

All’interno della scuola di SPC quali sono in linea generale i modelli e gli strumenti che vengono utilizzati e come?

Il modello del process counseling nasce a partire dall’approfondimento e dalla personalizzazione di diversi approcci scientifici e operativi:

  • l’approccio centrato sulla persona
  • psicologia sistemica e transpersonale
  • l’analisi transazionale 8
  • la pnl 9
  • la formazione esperienziale
  • i sistemi di empowerment e di people management
  • l’antropologia e il teatro

La particolarità della scuola è data dal fatto di generare strumenti innovativi e originali sperimentati all’interno di numerose organizzazioni. Per fare soltanto qualche esempio: i circoli di ascolto organizzativo, the village, il social game per lo sviluppo delle competenze, il nostro modello di teatro d’impresa, il modello di competenze HDS (Human Development Set) e molti altri.
Lo scopo della scuola è di fornire più strumenti, che fanno riferimento ad alcuni modelli, da utilizzare a seconda dei contesti e in diverse situazioni.
A chi frequenta la scuola facciamo sperimentare che la cosa più importante è cercare sempre di stare nel “qui ed ora”, essere nel momento presente senza essere vittima del passato o in costante e frenetica ricerca del futuro. Questo è l’elemento centrale del nostro processo: quello che conta è la presenza, se ascolti veramente te stesso e chi ti sta davanti saprai che modelli e strumenti utilizzare.

Come vengono selezionati i partecipanti ai master?

Per noi quello che conta è che la persona sia veramente motivata ad affrontare un percorso di crescita mettendosi completamente in gioco per provare a superare le proprie convinzioni limitanti, per “scoprire il vero Sè e trovare il coraggio di manifestarlo” (Rollo May) 10 Solitamente ad una selezione la persona deve dimostrarsi preparata su una determinata competenza, in un determinato ambito, in un certo settore, a noi tutto questo non interessa. Che sia un ingegnere, un medico, un manager o uno psicologo non fa differenza, l’importante è che vogliano veramente lavorare su di sé e trovare un ambito coerente di applicazione del counseling nella loro vita.
Per ogni master le persone selezionate sono al massimo quindici perchè vogliamo dedicare grande attenzione ad ognuno di loro. Diamo attenzione a creare un gruppo di lavoro composto da persone capaci di stimolarsi senza ostacolarsi, importante è il singolo ma anche la sua interazione nel gruppo.
Spesso alla selezione arrivano persone con un grande talento relazionale, ma non è detto che in loro ci sia la reale intenzione a lavorare su di sé e con gli altri.

email

Notes:

  1. Carl Ramson Rogers è stato uno psicologo statunitense, fondatore della terapia non direttiva e noto in tutto il mondo per i suoi studi sul counseling e la psicoterapia all'interno della corrente umanistica della psicologia. http://it.wikipedia.org/wiki/Carl_Rogers
  2. Arnold Mindell è uno psicologo americano, scrittore e fondatore del Process Oriented Psychology http://en.wikipedia.org/wiki/Arnold_Mindell
  3. L'analisi transazionale è una teoria psicologica ideata da Eric Berne negli anni cinquanta.http://it.wikipedia.org/wiki/Analisi_transazionale
  4. La PNL è un modello di comunicazione interpersonale che si occupa principalmente della relazione fra gli schemi di comportamento di successo e le esperienze soggettive (in particolare gli schemi di pensiero) che ne sono alla base e un sistema di terapia alternativa basato su questo che cerca di istruire le persone all'autoconsapevolezza e alla comunicazione efficace, e a cambiare i propri schemi di comportamento mentale ed emozionale http://it.wikipedia.org/wiki/Programmazione_neuro_linguistica
  5. Rollo May, psicologo statunitense è considerato, assieme a Carl Rogers, uno dei padri fondatori del Counselinghttp://it.wikipedia.org/wiki/Rollo_May
  6. Carl Ramson Rogers è stato uno psicologo statunitense, fondatore della terapia non direttiva e noto in tutto il mondo per i suoi studi sul counseling e la psicoterapia all’interno della corrente umanistica della psicologia. http://it.wikipedia.org/wiki/Carl_Rogers
  7. Arnold Mindell è uno psicologo americano, scrittore e fondatore del Process Oriented Psychology http://en.wikipedia.org/wiki/Arnold_Mindell
  8. L’analisi transazionale è una teoria psicologica ideata da Eric Berne negli anni cinquanta.http://it.wikipedia.org/wiki/Analisi_transazionale
  9. La PNL è un modello di comunicazione interpersonale che si occupa principalmente della relazione fra gli schemi di comportamento di successo e le esperienze soggettive (in particolare gli schemi di pensiero) che ne sono alla base e un sistema di terapia alternativa basato su questo che cerca di istruire le persone all’autoconsapevolezza e alla comunicazione efficace, e a cambiare i propri schemi di comportamento mentale ed emozionale http://it.wikipedia.org/wiki/Programmazione_neuro_linguistica
  10. Rollo May, psicologo statunitense è considerato, assieme a Carl Rogers, uno dei padri fondatori del Counselinghttp://it.wikipedia.org/wiki/Rollo_May

No Comments

Reply